Digital transformation

Il primo supermercato al mondo senza casse: come funziona?

Vi siete mai trovati a dover fare la fila nella cassa al supermercato? Tutti noi spesso ci troviamo a dover aspettare in coda. Da qualche anno è diventato comune trovare le casse automatiche, in cui i clienti si fanno da soli il conto dei prodotti, fino a quando è stato sviluppato qualcosa di completamente diverso: è nato il primo supermercato al mondo a non avere le casse, si trova a Seattle, al piano terra del quartier generale dell’e-commerce, ed è l’unico supermercato in cui non serve prendere in mano il portafoglio.

I clienti quando entrano scannerizzano il codice dell’app collegata al proprio account Amazon, possono prendere i prodotti ed uscire, passando un QR Code ai tornelli d’ingresso.

 

 

All’interno del supermercato è presente un sistema di sensori e telecamere, il prezzo degli acquisti viene addebitato in automatico nel conto Amazon e quindi nella propria carta di credito, nel momento in cui il cliente attraversa i tornelli all’uscita del negozio.

Un procedimento facile da descrivere ma difficile da mettere in pratica, i sensori riescono ad individuare con precisione il numero e la tipologia di referenze acquistate. Dopo lunghe fasi di test ed algoritmi sono riusciti a mettere in pratica la nuova tecnologia.

All’interno del negozio grazie ai sensori sugli scaffali si tiene traccia dei prodotti che vengono presi dai clienti. E se qualcuno prende un prodotto e poi ci ripensa? Semplice, lo rimette sullo scaffale, dove sensori e telecamere lo trasmettono all’app, che quindi toglie il prodotto dalla lista.

 

 

Questa innovazione che probabilmente rivoluzionerà il modo di fare la spesa, è dotata di un software incredibile, che sfrutta algoritmi per evitare furti, grazie anche al sistema di sorveglianza delle numerose telecamere posizionate in ogni angolo del negozio.

Un sistema innovativo per una spesa meno stressante senza code alla cassa e molto risparmio di tempo, il tutto avviene nel giro di pochi minuti.

Molti possono pensare che questo sistema sia stato fatto per risparmiare sul personale in cassa, infatti sono emerse molte critiche su questa innovazione, la quale sembra “rubare il lavoro” ai cassieri, però gli esperti americani, che da diverso tempo discutono della questione, sono dell’idea che in realtà coloro che sono attualmente impiegati come cassieri non perderanno il posto: semplicemente, saranno impiegati in altre mansioni all’interno dei supermercati e alcune verranno create ex novo proprio grazie alla nuova tecnologia.

 

Giulia Lazzarato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *