Food Safety & Technology

Le tendenze alimentari top: ecco quali sono…

Crescono i consumi degli italiani

Secondo ISMEA il settore del food & beverage cresce in maniera significativa: +4,6% di acquisti di bevande e +3% di prodotti alimentari. Rispetto all’anno precedente sono aumentati sia i prodotti confezionati +3,7% che quelli sfusi +1,8%. In aumento anche le carni bovine +3,4%, carni avicole +3,9% e carni suine fresche +2,7%.

Anche la frutta: +4,3% per il fresco e +3,5% per il trasformato e degli ortaggi +4%, in maniera significativa cresce la frutta in guscio +9,7%. Il settore ittico è aumentato del 5,4%. In calo invece gli acquisti di pasta -1,6%, ma in aumento i prodotti integrali. L’olio extravergine di oliva è cresciuto del +11% , la causa è l’aumento dei prezzi in seguito alla scarsa produzione degli oliveti nazionali.

Sempre più consumatori sono orientati verso prodotti pratici e allo stesso tempo mirati alla salute e al benessere del consumatore, in particolare i prodotti ready to eat, sostituti del pane, insalata in busta, prodotti biologici, prodotti surgelati, DOP o IGP.

 

 

Le tendenze del 2018 relative ai prodotti confezionati

Secondo un’analisi di Euromonitor, il trend maggiore che sta al vertice della piramide è il vivere sano: gli snack salati e i latticini sono in continua innovazione, quindi si prestano ad essere prodotti trend.

  • No allo zucchero: sempre più attenzione agli zuccheri aggiunti e al consumo di zuccheri in generale.
  • Tecnologia alimentare: la tecnologia sta diventando sempre più importante sia nella distribuzione, sia nella consegna dei prodotti alimentari
  • Appagamento: i consumatori sono sempre più esigenti e richiedono prodotti diversi in base all’occasione e alle aree geografiche.
  • Alimenti vegetali: il veganismo è praticato da sempre più persone
  • Dall’acquisto alla creazione: i consumatori acquisiscono sempre più conoscenza ed esperienza e si indirizzano da canali di massa ai servizi di ristorazione e negozi di marca.
  • Tendenze culturali: nel 2050 una persona su tre sarà musulmana, quindi sarà probabile già dal 2018 assistere ad un aumento di sapori che si ispirano ai mercati occidentali.
  • Qualità accessibile: Nel 2025 si stima che il tipo di famiglia più accessibile saranno costituiti dai “single”, con un aumento degli alimenti monoporzione.

 

Aumentano i prodotti “senza” e i prodotti “con”

Il mondo del free from è in aumento: “senza conservanti”, “senza coloranti”, “pochi grassi”, “senza olio di palma”, quest’ultimo ha fatto registrare un aumento nelle vendite +17,6%. Anche il claim: “ senza sale” o “a ridotto contenuto di sale” interessa gli italiani.

Per quanto riguarda i prodotti “con” sono quelli arricchiti, i cosidetti rich-in, cioè in etichetta è presente il claim che evidenzia la presenza di almeno un componente salutare o sostanza benefica, come fibre, vitamine, calcio e Omega 3.

Tra i prodotti detti rich-in preferiti dagli italiani sono quelli integrali e quelli ricchi di calcio, anche i prodotti ricchi di Omega 3 e di fibre. Gli unici ad essere in discesa sono gli alimenti arricchiti in ferro.

 

Giulia Lazzarato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *