Food Safety & Technology

Più sicurezza alimentare con gli imballaggi giusti

Per garantire la conservazione degli alimenti è importante un buon imballaggio, deve essere in grado di impedire lo sviluppo di microorganismi patogeni e influenze negative.

 

La funzione dell’imballaggio

L’imballaggio protegge gli alimenti, oltre ad impedire la proliferazione dei microorganismi, protegge anche da fattori esterni come luce, ossigeno, vapore, odori e sporcizia.

I film degli imballaggi contengono una barriera che protegge dall’ossigenazione e inoltre sono importanti per il confezionamento in atmosfera modificata (MAP), il film impedisce l’uscita di gas inerti (azoto, Co2). Grazie al confezionamento in MAP i prodotti hanno una shelf-life più lunga. A trarre vantaggio sono le vendite e maggiori quote di mercato perché in questo modo avendo una maggior garanzia di conservabilità.

Il barattolo di latta e il contenitore in vetro

Resta sempre la soluzione tradizionale. Sigillato ermeticamente e confezionato in asettico. Rispetto al passato oggi sono più facili da aprire, ci sono linguette a strappo e coperti pelabili. Negli alimenti per l’infanzia, alimenti acidi o latticini, sono molto utilizzati contenitori in vetro perché non hanno reazione con l’alimento e non rilasciano sostanze indesiderate. Inoltre il click udibile all’apertura del coperchio è una garanzia di sicurezza.

 

 

Sottovuoto

Nel sottovuoto l’aria viene estratta dalla confezione per inibire la crescita dei microorganismi. Le macchine per il sottovuoto si trovano per le attrezzature per il vuoto delle singole confezioni, alle confezionatrici sottovuoto per le industrie alimentari di grandi dimensioni.

Sta prendendo piede il processo HPP (trattamento ad alta pressione) per prolungare la shelf-life degli alimenti confezionati sottovuoto. Questo processo disattiva i microorganismi patogeni senza danneggiare il prodotto.

Cos’è il processo HPP?

Il processo HPP (High Pressure Processing) è un processo di pastorizzazione di alta pressione a freddo. Grazie all’alta pressione i prodotti alimentari mantengono inalterate le loro caratteristiche sensoriali, si preserva la qualità, il profumo, il colore, la consistenza, il sapore, il contenuto nutrizionale e aumentandone al contempo la shelf life e la sicurezza. Questo tipo di trattamento può essere utilizzato su:  salumi, prodotti lattiero-caseari, pesce, prodotti gastronomici, succhi e polpe di frutta, passati di pomodoro, salse etc.

 

Saldatura e sigillatura

Nella termosaldatura i film sono uniti fra loro da una vaschetta, nella sigillatura a freddo invece i materiali sono incollati assieme.

Nella tecnologia ad ultrasuoni è un tipo di saldatura utilizzata per il confezionamento di alimenti viscosi, insalate pronte all’uso e confezionate. Questo tipo di saldatura non necessita di adesivi per incollare le plastiche. Questa tecnologia soddisfa i requisiti dell’industria 4.0, perché può essere integrata nelle macchine confezionatrici.

Con queste modalità di confezionamento i prodotti si conservano più a lungo nel banco d’esposizione, durante il trasporto, nel frigorifero, nelle celle degli operatori della ristorazione collettiva, mantenendo inalterate le loro caratteristiche. Questo è un valore aggiunto al prodotto, il cliente è in grado di percepire ed è disposto a pagare, generando quindi vendite aggiuntive.

 

Giulia Lazzarato

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *