Food Safety & Technology

Coronavirus: esplosione di consegne a domicilio

In questo evento eccezionale, dove bisogna a stare a casa fino a data da destinarsi e dove le nostre abitudini e i nostri comportamenti tendono ad essere modificati, scegliamo il food delivery.

Abbiamo la possibilità di scegliere se recarci al supermercato più vicino a casa, oppure scegliere la consegna a domicilio, in questo caso se i supermercati nella tua zona hanno tempi lunghi di consegna, in caso di necessità sarete costretti a recarvi al supermercato.

Ecco alcuni consigli utili:

 

# Cena consegnata a domicilio o una pizza: sono sicure?

È fondamentale in questo momento di emergenza sanitaria Covid-19 che la ristorazione garantisca un servizio ai cittadini che devono uscire il meno possibile da casa.

Fipe (Federazione Italiana Pubblici Esercizi) e AssoDelivery, nel rilanciare la collaborazione tra le imprese della filiera hanno condiviso un decalogo di buone pratiche per garantire il servizio nel rispetto delle misure precauzionali e dei requisiti igienico sanitari che oggi ancor più di ieri sono al centro di questa attività:

Regola importante è che tutti devono seguire scrupolosamente le raccomandazioni del Ministero della Salute.

I ristoratori mettono a disposizione del proprio personale prodotti igienizzanti, assicurandosi del loro utilizzo tutte le volte che ne occorra la necessità e raccomandano di mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro nello svolgimento di tutte le attività.

I ristoratori definiscono delle aree destinate al ritiro del cibo preparato per le quali osservano procedure di pulizia e igienizzazione straordinarie.

Il ritiro del cibo preparato e la relativa consegna avviene assicurando la distanza di sicurezza di almeno un metro e l’assenza di contatto diretto.

Il cibo preparato viene riposto immediatamente negli zaini termici o nei contenitori per il trasporto che devono essere mantenuti puliti con prodotti igienizzanti.

Sempre più ristoranti, pizzerie, negozi alimentari (macellerie e ortofrutta locali), pasticcerie, gelaterie, gastronomie, forni, fanno consegne a domicilio nel rispetto delle misure.

Chiunque presenti sintomi simili all’influenza deve restare a casa e sospendere l’attività lavorativa.

delivery

 

# È trasmissibile per via alimentare?

La risposta e NO. L’EFSA osserva con attenzione la situazione relativa all’epidemia di coronavirus che sta interessando un gran numero di Paesi in tutto il mondo. Attualmente non ci sono prove che il cibo sia fonte o via di trasmissione probabile del virus.

Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) ha affermato che il virus si sta diffondendo da persona a persona, principalmente tramite goccioline respiratorie che le persone emanano quando starnutiscono, tossiscono o espirano.

 

# Misure di prevenzione sulla sicurezza alimentare

L’OMS ha emanato una serie di raccomandazioni riguardanti la sicurezza alimentare, come i consigli di buone pratiche igieniche di manipolazione e la preparazione degli alimenti: lavarsi le mani, cucinare a fondo la carne ed evitare contaminazioni crociate tra cibi cotti e crudi. Queste sono normali pratiche che vanno sempre applicate.

 

# Come conservare gli alimenti a casa?

Se al supermercato avete acquistato degli alimenti in più l’importante è stoccali nel migliore dei modi, con il congelamento domestico, ecco come:

  • Scrivere sopra alla confezione di cosa si tratta e la data di confezionamento.
  • Evitate contenitore alti e spessi, perché il congelamento sarà agevolato.

 

# Fare la spesa una volta alla settimana e non due volte

Importante è programmare la spesa della settimana e avere bene in mente cosa acquistare, in questo modo si fanno acquisti mirati e veloci subito entrati nel negozio.

Scegliere i piatti che si conservino a lungo e quello che risulterà in più potrà poi essere riposto in congelatore con delle porzioni.

 

 

Giulia Lazzarato

 

 

 

www.fipe.it

www.efsa.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *